lunedì 2 settembre 2013

Morte a Pemberley: Death comes to Pemberley

Morte a Pemberley è un libro di James P. D. pubblicato da Mondadori nella collana Omnibus, ideale sequel in salsa gialla del famoso Orgoglio e Pregiudizio di Jane Austen.

Autore: P. D. James
Titolo: Morte a Pemberley
Titolo Originale: Death comes to Pemberley
Traduzione di Maria Grazia Griffini
Casa Editrice: Mondadori
Collana: Omnibus
pagine: 348
prezzo: € 18,50 (e-book € 9,99)
Data Pubblicazione: 22 gennaio 2013
Trama: Inghilterra, 1803. Elizabeth e Darcy, ormai sposati da sei anni  e con due figli, si stanno preparando per il ballo annuale nella loro  magnifica casa  di Pemberley. Lydia, ribelle sorella di  Elizabeth,  arriva urlando che suo marito, il signor Wickham è stato assassinato.  
Darcy conduce una squadra di ricerca verso i boschi, e quando viene scoperto un cadavere macchiato di sangue  si scopre che non e' di Wickham, ma del  suo compagno di viaggio. 
Gli eventi drammatici sconvolgono la serata e danno il via ad una misteriosa rete di segreti e inganni.
La BBC ha realizzato una serie tv in tre parti, Death comes to Pemberley, in occasione del 200esimo anniversario della pubblicazione di Orgoglio e Pregiudizio di Jane Austen. La serie è tratta appunto dal romanzo della James. La messa in onda è confermata per il Natale 2013.
  
Matthew Rhys interpreterà  Darcy, Anna Maxwell Martin sarà Elizabeth e  Matthew Goode avrà il ruolo di Wickham. 

Trailer BBC ONE


I sequel di solito non mi fanno impazzire (ad esempio Pemberley di Emma Tennant mi è sembrato un pò noioso),  ma non ho ancora letto il libro della James, e il fatto che sia un giallo depone a suo favore, quindi mi riservo di darle un giudizio dopo la lettura. 
Sicuramente guarderò la serie BBC e spero che ne venga fuori qualcosa di carino. Oddio, a me Wickham è sempre stato sulle scatole come personaggio, ma col volto di Matthew Goode è tutta un'altra storia, gli concedo una possibilità ahhhhhhh <3

Altri romanzi ispirati a Orgoglio e Pregiudizio:
Orgoglio e Pregiudizio zombie di Seth Grahame-Smith;
Mr. Darcy Vampyre di Amanda Grange.

Inoltre la serie dedicata alle Indagini di Mr. e Mrs. Darcy  di Carrie Bebris (grazie a Simo per la segnalazione!)  in cui i protagonisti di Orgoglio e Pregiudizio incontrano i protagonisti degli altri romanzi della Austen):
fonte: carriebebris.com

1. Orgoglio e preveggenza, o Una realtà universalmente riconosciuta, basato su Orgoglio e pregiudizio
2. Sospetto e sentimento, o Lo specchio misterioso, basato su Ragione e sentimento
3. Le ombre di Pemberley, o Il mistero dell'abbazia, basato su L'abbazia di Northanger
4. L'enigma di Mansfield Park, o L'affare Crawford, basato su Mansfield Park
5. Intrigo a Highbury, o Gli equivoci amorosi di Emma, basato su Emma
6. Inganno e persuasione, o: La sventurata di Lyme, basato su Persuasione

La trilogia su Mr Darcy di Pamela Aidan (edizioni TEA): 
- Per orgoglio o per amore. Un romanzo di Fitzwilliam Darcy, gentiluomo; 
- Tra dovere e desiderio. Un romanzo di Fitzwilliam Darcy, gentiluomo;
 - Quello che resta.  Un romanzo di Fitzwilliam Darcy, gentiluomo.
 La lettera di Mr Darcy di Reynolds Abigail
Segnalateci altri libri.



4 commenti:

  1. Conosco P.D. James come scrittrice e l'ho sempre apprezzata, quindi, direi che le premesse ci sono tutte.
    Tanti scrittori sfruttano la figura di Jane Austen e i personaggi dei suoi romanzi perchè funzionano come richiamo per i lettori amanti di questi classici.
    Io confesso di essere vittima di questi "espedienti" e posso fornire qualche titolo...

    Carrie Bebries ha scritto diversi romanzi, con protagonisti Elisabeth e Darcy, che investigano, su morti misteriose
    http://www.carriebebris.com/italiano.php

    RispondiElimina
  2. Grazie per la segnalazione, devo leggerli per forza, sono troppo curiosa ^ _^

    RispondiElimina
  3. Vista tutta la serie, ben realizzata e la parte "gialla" mantiene la giusta suspense fino alla fine. Ho cominciato da poco il libro, ma la serie ha sicuramente più ritmo (il colpevole lo avevo già indovinato!). Wickam (Matthew Goode) è un figo pazzesco, e incarna bene il personaggio bello e dannato. Darcy va bene, a parte la capigliatura alla Van Beethoven che non si può guardare. Il colonnello Fitzwilliam mi piaceva, personaggio interessante e attore affascinante. Aveston mi è sembrato subito insipido, per quanto sia un buon personaggio, non mi ha mai intrigato. Georgiana è davvero uno splendore di ragazza, sul suo gusto per gli uomini stendiamo un velo... Lydia è ben interpretata, il suo personaggio è insopportabile. Lizzy sembra un tantino "stagionata" rispetto a Darcy, per quanto l'attrice sia bravissima. Nei primi due episodi tra di loro il romanticismo non c'è stato per niente, solo nel terzo si sono riscattati, con tanto di scena d'amore. Sicuramente non volevano focalizzare l'attenzione su loro due, anche se onestamente, anche l'occhio vuole la sua parte. Alla fine vincono l'amore e la giustizia. Grazie BBC!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho visto anch'io la miniserie...e mi è piaciuta.
      Non bisognava guardarla come seguito di orgoglio e pregiudizio, ma come giallo all'inglese, con protagonisti i personaggi del romanzo.
      Come te anch'io ho trovato Ms Darcy, poco "Lizzie" mancava oltre che nella fisicità, anche nello spirito dell'eroina austeniana.
      Gli altri personaggi erano più azzeccati, Wickam ...ehehe..perfetto senza dubbio.
      Anch'io ho beccato subito il colpevole,soprattutto perché il malatino non aveva alcun significato se non quello di essere l'assassino.
      In conclusione....benvengano queste serie dove possiamo rivedete i nostri personaggi letterari preferiti,anche se il romanzo originale resta sempre unico e inimitabile.
      Il libro resta sempre inimitabile e unico...

      Elimina