venerdì 26 aprile 2013

Il giovane Ispettore Morse: Endeavour (2013)

In Italia abbiamo Il Giovane Montalbano e la Itv ha ideato una serie in cui racconta gli inizi del giovane talentuoso Morse, poi diventato uno dei detective più amati della tv britannica.
ITV: Shaun Evans interpreta il giovane Endeavour Morse

Endeavour è infatti una miniserie televisiva anglo-americana (quattro parti più il pilot andato in onda nel 2012), prequel della serie televisiva Ispettore Morse ( serie in 33 Episodi trasmessi in 12 stagioni dal 1987 al 2000), ed è tratta dai romanzi omonimi di Colin Dexter. Shaun Evans interpreta il giovane Endeavour Morse, a partire dal 1965. E’ un personaggio davvero particolare, molto diverso dai suoi colleghi poliziotti e dai giovani del suo tempo.
A volte sembra avere la testa per aria, preferisce Puccini , è colto e questa sua sensibilità letteraria gli permette di seguire delle intuizioni insolite che partono dalla poesia romantica inglese, passano per cruciverba in codice, e mettono in luce altri indizi ignorati dal resto della polizia. L’ispettore Thursday capisce subito che è un ragazzo di talento e gli lascia seguire queste illuminazioni nel caso della  quindicenne scomparsa. Risolve il caso, e scopre come tutto sia partito da una sciocca scommessa accademica. Mi ha fatto molta tenerezza vederlo piangere, quando ha capito chi era l’assassino. Una pugnalata al cuore per lui. Il pilot mi è piaciuto molto, la trama era avvincente e l’ambientazione inglese negli anni 60 ha aggiunto un tocco speciale. Non conosco il vecchio Ispettore, ma quello giovane mi piace e mi convince. 

Grazie a Simo per il consiglio, seguirò con piacere la serie.


Info su: Tea Room: Endeavour (2013)
fonte: itvplayer
on youtube:
episode 1x00 (pilot 2012)
episode 1x01 (2013)

serie classicaMorse >>>playlist youtube qui<<< (by Nick Max).


19 commenti:

  1. Prima puntata, molto bella, Morse sembra sempre di più un cavaliere di altri tempi, generoso, altruista, con una spiccata inclinazione a difendere le damigelle indifese, a costo di ricevere lavate di testa dai suoi superiori. Il fatto di essere bravo ma tanto giovane non gli spiana la strada. Ha il radar per le belle fanciulle problematiche con cui non succede niente… stavolta questa era pure disponibile, ma lui era integerrimo :D.
    Spero che prima o poi ne arrivi una giusta per lui.E’ tanto caruccio, con gli occhi di Bamby.
    La trama è stata molto interessante, ben tre omicidi, ammappa una strage. Anche stavolta non è mancato il messaggio cifrato, per fortuna Morse si occupava di codici nei Signal Corps. E ancora ci sono state citazioni, studenti universitari , musica e pinte di birra. Che antipatica la sorella di Pamela, con quella collana di perle l’avrei strozzata volentieri. Mi è piaciuto l’agente Strange, per fortuna Morse sembra aver trovato una specie di amico nella polizia, oltre all’ispettore Thursday.

    RispondiElimina
  2. Sono contenta che ti sia piaciuta !
    L'ispettore Morse ispira molto anche me; amo i poliziotti umani, con le debolezze e le fragilità di tutti gli uomini.
    Morse a volte, sembra che faccia l'ispettore per caso, che ci sia capitato solo perchè non ha concluso gli studi. In realtà il suo intuito è eccezionale e grazie a Thursaday, comincia a crederci anche lui.
    Molto belli i casi, che non lo lasciano indifferente, anche dal punto di vista emotivo.
    Ci piace, ci piace !

    RispondiElimina
  3. Seconda puntata, intensa ed emozionante. Il detective Morse ha un animo così sensibile e umano, che davvero non si può non adorarlo. Splendida l’idea di usare la musica lirica come chiave per i delitti, con Morse sempre più coinvolto, perché la musica è la sola cosa che lo rende felice ed è il suo campo preferito. Immancabili anche stavolta i codici, stavolta sotto forma di anagrammi. Una trama intricata, interessante e che lascia col fiato sospeso, non tanto per l’identità del killer, che poteva al massimo gettare qualche sospetto sul giovane pianista, ma che andava fortemente in direzione dello “psicanalista”. L’anagramma in cui dal presunto nome del killer (keith Miller) ricostruisce la confessione di colpevolezza (I’m the Killer) mi ha ricordato Harry Potter. Una cosa giusta il killer la dice, Morse vuol salvare altre vite, perché non riuscito a salvarne una, quella di chi? Speriamo di scoprirlo. Sul fronte donzelle, la figlia dell’ispettore Thursday è proprio un tipino simpatico e carino, insieme non starebbero male, Faccio tifo! Una ragazza per Morse. L’agente Strange si sta rivelando un buon amico. Morse dà quell’impressione di uccellino indifeso, e stavolta lo hanno pure pugnalato. Vederlo nel finale con gli occhi lucidi è stato toccante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La mia puntata preferita delle tre viste finora !
      Tensione alle stelle, delitti davvero efferati.
      Fa tenerezza Morse, che si inibisce alla vista dei cadaveri delle vittime (di certo non ha preso da Bones e "cervelloni" XD).
      Lo psicanalista mi sembrava molto sospetto, ma è stato geniale Morse a capire i vari messaggi che gli lasciava (forte quando dice la frase in italiano "un bacio ancora").
      Per un attimo ho temuto che Thursday facesse il volo dell'angelo..per fortuna si è concluso tutto per il meglio.
      Anch'io shippo Morse e la figlia del capo !!

      Elimina
    2. Terza puntata, e si avvicina la fine della serie, che peccato. Il coro del Nabucco apre l’episodio, davvero molto emozionante. La parta lirica di questa serie mi piace moltissimo. Trama complessa come al solito, due delitti apparentemente scollegati e con anni di distanza, ma quando Morse indaga tutto si collega. Ho fatto fatica a capire chi fosse l’assassino, certo che Morse ci arriva sempre in modo strano, stavolta merito del cinegiornale. Puntata anche molto personale per il nostro detective che incontra una compagnia di studi di Oxford, che aveva e ha ancora una cotta per lui. Morse ingenuamente all’inizio non capisce, poi quando se ne rende conto (e quaglia per merito di lei, altrimenti campacavallo!) è troppo tardi, il momento giusto è passato, perché lui con la testa pensa ancora alla ex che lo ha mollato (vorrei conoscerla) e lei non vuole essere la ruota di scorta. Peccato, questo ragazzo dovrebbe uscire più spesso, è un tipo solitario. A fine puntata l’ispettore Thursday (Giovedì) lo invito a cena a casa sua, forse spera che si metta con la figlia? Ahaha, mi auguro che lei sia ferrata in campo musicale! Il capo della polizia è di un fastidioso… ma quando riconoscerà i meriti di Morse?

      Elimina
    3. Mannaggia...mi piaceva Alice, speravo che oltre al quagliamento, la storia proseguisse ! Morse ha bisogno di una donna...assolutamente !! XD
      E' parecchio ingenuotto e davvero poco proposito quando di tratta di sentimenti.
      Chissà che sarà successo con la sua ex ?
      Anche a me ha emozionato molto l'apertura di puntata..musica davvero senza tempo, quella dei nostri grandi compositori, non manca mai di far venire la pelle d'oca !
      Il caso era complesso, il sindacalista si è rivelato un vero viscidone...bellissimo il trucco della giacca..ahah morse lo ha fregato.
      Il capo della polizia occhialuto è davvero insopportabile e anche il collega, invidioso e rosicone.
      Per fortuna che c'è Giovedì..ahahah

      Elimina
    4. ahah in effetti non si capisce perché il grado di quagliamento sia inversamente proporzionale alla capacità di deduzione. Più sono bravi e più vanno in bianco, anzi peggio, sono proprio disinteressati all'argomento. Speriamo che l'ispettore Giovedì gli dia qualche buon consiglio. Pure Strange lo incoraggia a socializzare, ma Morse è sintonizzato su altri canali. Speriamo nell'ultima puntata!

      Elimina
    5. Ahah speriamo !
      Ho provato a curiosare nella serie del "vecchio" Morse per vedere se era felicemente accoppiato e con prole...ma non ho capito..ahahah
      Mi sa che non avrà molta fortuna in amore...sigh

      Elimina
    6. Nuuu, ma allora è jellato proprio. Fa parte del club dei senza donne con Sherlock BBC e il detective Chandler di Whitechapel. Che allegra compagnia!

      Elimina
    7. La compagnia dei zitelloni !!

      Elimina
    8. L’ispettore Giovedì mi sembrava una faccia nota, ora ricordo dove l’ho visto!! Era il generale, quello buffo, infatuato di Sylvia, nella mini serie Parade’s end XD, poi ho letto la filmografia, e davvero ha fatto l'inferno di serie e film. Ma anche il giovane Morse non scherza, Shaun Evans lo abbiamo visto a Whitechapel s03 e01-02 (era l'assassino XD) e lo vedremo a Slik s02 e04-05-06 come Daniel... Meglio come poliziotto che come serial killer!

      Elimina
    9. ahaha ma davvero era l'assassino ??
      Non me lo ricordavo...ahahaha

      Elimina
    10. si, e ha recitato con Rupert anche in una mini serie intitolata Last Weekend, due personaggi del club degli zitelloni che si conoscono :D

      Quarta puntata e gran finale. Anche stavolta la trama presentava due casi, stavolta accomunati da una questione di vendita di proprietà, uno dei quali coinvolgeva personalmente l’ispettore Giovedì, per una questione riguardante il passato. E colpo di scena, i due casi stavolta erano scollegati. Bravissimo Morse.
      La puntata mi è piaciuta principalmente perché ci ha fatto conoscere un aspetto più privato del giovane detective: la sua famiglia. Il padre malato (molto somigliante a lui e deluso dalla sua scelta di vita), la matrigna (poco affettuosa) e la sorella Joycie (dolce e coccolona, vecchia conoscenza per i fans di The Paradise come Clara). Peccato sia sua sorella (sorellastra), stavano bene insieme XD. Sappiamo pure che ha perso la madre quando era piccolo. Questo spiega molto del suo carattere.
      Delusione la figlia dell’ispettore, che sembra più interessata al collega di Morse, e infatti ci esce pure, solo che per un malinteso l’ispettore crederà che la figlia sia uscita con Morse.
      Finale concitato, ferimento di Morse (che avrà conseguenze in futuro e lutto per il padre). Morse salta l’esame da sergente (mentre l’agente Strange lo prova). Spero ci sia un seguito, perché il finale lascia molte questioni in sospeso. Di certo alla fine della serie è cresciuto l’affetto per questo personaggio, così umano e vulnerabile. Quando si commuove per il padre emoziona davvero, ha quello sguardo da cucciolo indifeso ahhh. Bella serie, consigliatissima.

      Elimina
    11. Finalmente sono riuscita a vedere l'ultima puntata.
      Anche a me è piaciuto conoscere qualcosa in più la vita privata di Morse; "Clara"- Joycie è davvero deliziosa nel ruolo della sorellastra. Il padre molto duro, nonostante stia male non concede a Morse il benchè minimo apprezzamento per il suo lavoro e la vita che conduce.
      Muore in silenzio e Morse in silenzio lo piange.
      La vecchia cornacchia assassina è davvero odiosa; uccide una sfilza di gente, compreso l'oggetto del suo "desiderio", ma non fa una bella fine neppure lei.
      Non ho capito perchè alla figlia di giovedì piaccia quella faccia da fesso del poliziotto, che quando sta in piedi pare un punto interrogativo...curvo, storto e col capoccione.
      Non conosco il classico ispettore Morse, ma la sua versione giovane, mi piace molto.
      Spero ci sia un'altra serie !

      Elimina
  4. Dopo il successo della prima serie, Endeavour è tornato con una nuova stagione, sempre troppo breve secondo me. Sono davvero ansiosa di vedere le nuove puntate.

    RispondiElimina
  5. Ahhhh viva....mi aggiungo a te nella trepidante attesa ;-)

    RispondiElimina
  6. Vista prima puntata della stagione 2.
    Povero Morse, mi fa una tenerezza, sembra un cucciolo sperduto. Ha dovuto faticare per tornare a lavorare sul campo e ha ancora i postumi dello shock. Poi tanto per cambiare gli rompono pure il naso....ma tutte a lui. Mi piace la nuova vicina, finalmente una ragazza che lo tiene d'occhio. Bellissimo l'inizio con la musica in sottofondo che aggiunge dramma. Morse alla fine becca i colpevoli, ma a quanto pare si fa nemici potenti ehehe, ci mancava pure questa alla collezione! Mi piace questa serie, Morse ha una faccia così rassicurante.

    RispondiElimina
  7. La 2x02 è stata ancora più bella della prima, con risvolti quasi horror con questo fantasma in abiti vittoriani. L'ispettore Morse è sempre più affascinante, con quei suoi profondi occhi azzurri, e la sua aria sperduta, fa colpo anche sulle ragazzine. Non gli interessa il calcio (e questo già lo rende straordinario), è molto sensibile, e prende a cuore i casi finchè non trova l'assassino e soprattutto non salva qualche altra vittima. Peccato che con la vicina ci sia stato un piccolo scivolone, mannaggia! speriamo si risolva....

    RispondiElimina
  8. La serie segue un arco temporale logico, questo mi piace. Se nella puntata 2x02 eravamo in Estate, ora siamo in pieno Autunno, chissà se nell'ultima saremo sotto Natale. Ce lo dicono due ricorrenze: per tutta la puntata portano dei papaveri rossi appuntati sulle giacche con una spilla, tradizione che commemora i caduti delle due guerre mondiali, celebrata l'11 novembre, ma le spille vengono indossate giorni prima del Remembrance Day. Altra celebrazione la Guy Fawkes Night, o notte dei fuochi (il 5 novembre) per ricordare quando venne impedita la congiura delle polveri, che nel XVII secolo intendeva far saltare in aria Parlamento e re. La parte storica della serie mi piace molto.
    Torniamo alla trama... diverse vittime, donne, sposate. Morse ci vede subito uno schema e infatti capisce che c'è un pluriomicida in azione. Una vecchia fiamma dell'ispettore Thursday torna dal passato e visto che c'è la notte dei fuochi, pure Morse si scalda <3 <3 ahahaha non vi racconto altro, guardatelo se potete.
    Manca solo una puntata al gran finale, sono un pò in ansia, Morse si è creato nemici pericolosi e le prove che svanivano nelle puntate precedenti ci raccontano che qualcuno della polizia è corrotto...Incrociamo le dita!

    RispondiElimina